cultura,  Eventi

Tenco e Simenon: il Festival della Parola svela i suoi “fils rouges”

Segnatevi queste date: 4, 5, 6, 7 maggio. Non coincideranno solo con uno (si spera) splendido fine settimana a cui la nostra Riviera ci ha ormai abituati. Sono anche le date della quarta edizione del Festival della Parola di Chiavari, “che ancora una volta – recita la presentazone pubblicata sul sito – si dipanerà fra gli spazi storici della città, i suggestivi chiaroscuri dei suoi “caruggi”, le piazze e gli angoli affacciati sul mare”.

Dopo De André, Sgarbi, Mogol e Shel Shapiro, grandi protagonisti dell’ultima edizione, sono ancora top secret le star del 2017. Già noti, invece, i fili conduttori di mostre, eventi musicali e presentazioni editoriali, “temi scelti non solo in virtù delle ricorrenze del 2017, ma anche di un’attenta analisi sul’attualità, la ligusticità e – perché no? – la modernità e la popolarità mai casuale di alcuni nomi”.




E’ così che la scelta è ricaduta su Luigi Tenco, di cui quest’anno ricorre il 50° anno dalla tragica morte, e su Georges Joseph Christian Simenon, creatore del celebre personaggio di Jules Maigret. I più attenti ricorderanno che lo sceneggiato TV de “Le inchieste del commissario Maigret”, interpretato da Gino Cervi, si fregiò di una sigla finale opera dello stesso Luigi Tenco: “Un giorno dopo l’altro”. Correva l’anno 1966.

Di particolare, drammatica attualità, infine il terzo tema che verrà affrontato da storici, giornalisti e teologi: “Un uomo solo al Potere”.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora ti consigliamo:

Il sito ufficiale del Festival