Fra le tecniche di conservazione, l’essiccazione è certamente quella più raffinata. Permette infatti al prodotto di conservare intatte le proprie caratteristiche nutritive e e organolettiche. Un alto contenuto di fibre e l’assenza totale di sostanze nocive sono ulteriori valori aggiunti di un procedimento che raggiunge la sua massima espressione coi funghi porcini.

L’aroma stesso del fungo essiccato è una dolce promessa di un sapore rotondo, pieno, definito. Per questo i funghi essiccati meritano un giusto scenario di valorizzazione, in particolare se parliamo dei Funghi Porcini Secchi qualità extra di Perla: solo fette e sezioni di cappello e gambo di colore bianco e crema, totalmente mondati da terra, polvere e farfalle.

Quello che vi proponiamo è un piatto facile e veloce da preparare, ma completo e affascinante, anche per la sua capacità di evocare l’autunno e le sue atmosfere raccolte. A chi non piacerebbe, in queste giornate, un prelibato risotto ai porcini secchi?

La ricetta è molto semplice: i funghi secchi (100 gr. per 4 persone) devono essere immersi in acqua tiepida in modo da farli rinvenire.

Nel frattempo, tagliate una melanzana in fette molto sottili, salate e lasciatela riposare affinché perda le note di amaro. Quindi tritatela insieme a una cipolla e a un sedano, e unitele in una paella con un filo d’olio di oliva una volta che quest’ultimo sia stato scaldato.

E’ il momento del riso, ma possibilmente non di un riso qualunque: usate per questo risotto il “re dei risi”, il Carnaroli prodotto da semente certificata. La maggiore quantità di amido, la consistenza più soda e una migliore tenuta di cottura rendono questa qualità davvero indicata per risotti memorabili. Incorporate quindi alle verdure 200 grammi di riso carnaroli, saltandolo per 5 minuti. Aggiungete i funghi e salate. Lasciate tostare il riso per qualche minuto e aggiungete 1/2 bicchiere di vino bianco, fino a farlo evaporare.

A questo punto unite una quantità di brodo vegetale tale da ricoprire il riso, dando inizio alla cottura, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo via via il brodo necessario.

A cottura ultimata, spolverate con del prezzemolo tritato e servite, accompagnando il piatto con un buon rosso non troppo corposo: Sangiovese di Romagna o Dolcetto di Alba sono l’ideale per esaltarlo.

Fonte: www.perlasrl.it 

Chiavari, in occasione della 10 km dimostrazione di Fitwalking

Chiavari, in occasione della 10 km dimostrazione di Fitwalking

Camminare è il modo più semplice, e alla portata di tutti, per mantenersi in forma e in salute: poch[...]
Chiavari, la città si prepara ad accogliere i runner

Chiavari, la città si prepara ad accogliere i runner

Prosegue la marcia di avvicinamento verso la 4° edizione della 10 km di Chiavari, l'evento organizza[...]
10 Km di Chiavari, al via la macchina organizzativa

10 Km di Chiavari, al via la macchina organizzativa

E fanno quattro. Tante sono le 10 km che, dal 2015, concludono idealmente il percorso organizzativo [...]
Perla e Coop Liguria insieme nel segno della qualità

Perla e Coop Liguria insieme nel segno della qualità

Prosegue con successo l'adesione di Perla all'iniziativa di Coop Liguria “Prodotti in Liguria.Il buo[...]
Deep Blue di Paolo Treni è il nuovo "gioiello" del Museo del Parco

Deep Blue di Paolo Treni è il nuovo "gioiello" del Museo del Parco

Il Museo del Parco di Portofino – Centro Internazionale di scultura all'aperto si arricchisce di una[...]
Piatti da riscoprire: i testaieu col pesto

Piatti da riscoprire: i testaieu col pesto

Sta arrivando l’autunno, con il suo fagotto di sapori che affondano le radici in epoche remote, le c[...]
Libri in Baia, ritorna la fiera editoriale del Tigullio

Libri in Baia, ritorna la fiera editoriale del Tigullio

Bibliofili e lettori accaniti, sabato 13 e domenica 14 ottobre non prendete appuntamenti! A Sestri L[...]
Santa Magazine, il numero 8 !

Santa Magazine, il numero 8 !

Gli eventi più belli, ma anche leggende, curiosità e consigli… Tanti consigli per mangiare in Rivier[...]
La Villa delle Donne di Rapallo raddoppia: ora è anche "Caffè"

La Villa delle Donne di Rapallo raddoppia: ora è anche "Caffè"

C'è un'attesa novità nel panorama food & wine di Rapallo. Villa delle Donne, il ristorante d[...]

santa magazine

Categorie