Se vi dico “itosnap”, cosa vi viene in mente? Probabilmente nulla, ma… Provate a leggere la parola al contrario. Si, esatto, il risultato è pansoti, la tipica pasta ripiena genovese sulla cui origine un po’ si battaglia fra leggenda e realtà.

C’è chi dice che siano originari del Golfo Paradiso, chi invece li colloca a Rapallo in virtù di una citazione della Guida Gastronomica d’Italia del 1931. Ed è proprio a Rapallo che i pansoti sono oggi tutelati da una specifica denominazione comunale ed esaltati, è il caso di dire, da alcune geniali divagazioni.

Come, appunto, quella degli “itosnap”, i pansoti al contario (foto sotto) che stanno incuriosendo il pubblico dei gourmet spingendoli a far tappa in un tipico ristorante sulle alture di Rapallo, Villa delle Donne.

 

Qui due fratelli, Paolo e Cesare Castagnola, accolgono i clienti in una splendida cornice di campagna, impreziosita dalla vista aperta sul mare, proponendo loro una selezione di antipasti, di primi e di secondi costruiti intorno a una vera e propria filosofia culinaria certificata dal motto:

La nostra non è pancia, è deformazione professionale!

In cosa consiste la loro visione di cucina? Nelle cotture sottovuoto e a bassa temperatura per esaltare al massimo colori, profumi e sapori delle materie prime; nel sapiente uso della brace per enfatizzare, attraverso la carbonella, sapore e profumi delle carni scelte, del pesce locale e delle verdure di primissima qualità, tratte direttamente dall’orto (foto sotto); nella pasta fresca tirata secondo i dettami della tradizione; nei vini e birre di piccoli produttori nazionali e non, accuratamente selezionati con autentica passione verso il “bere bene”.

Fra i piatti, come anticipato, spopolano gli “itosnap”, i pansoti al contario. Di cosa si tratta, nello specifico? Di originali pansoti ripiegati al contrario e ripieni di noce, formaggio, grana, ricotta, prescinseua e maggiorana su una salsa di bietoline.

Una vera e propria delizia nata da un curioso scambio di ruoli fra salsa e ripieno, che ha dato vita a questo e vero proprio piatto “cult” ormai amatissimo dagli avventori della “Villa”.

Fra le altre proposte, fanno faville il “Tonno del Chianti”, un filetto di manzo cotto a bassa temperatura e bagnato dal tipico vino toscano con insalatina di misticanza e mele; il Gravlax di salmone marinato agli agrumi con macedonia di frutta e verdura baccalà cotto a bassa temperatura; la calamarata (paccheri) di Gragnano con gamberi, bisque di crostacei e crema di melanzane affumicate. Last but not least il consiglio dello chef, che suggerisce di provare assolutamente il baccalà cotto a bassa temperatura (foto sotto). Buon appetito!

Curioso di provare il ristorante Villa delle donne?

+++ Prenota telefonicamente al numero  0185.65.246+++

Il ristorante è in Salita Sant’Agostino 46 a Rapallo

www.villadelledonne.it

Chiavari, la città si prepara ad accogliere i runner

Chiavari, la città si prepara ad accogliere i runner

Prosegue la marcia di avvicinamento verso la 4° edizione della 10 km di Chiavari, l'evento organizza[...]
10 Km di Chiavari, al via la macchina organizzativa

10 Km di Chiavari, al via la macchina organizzativa

E fanno quattro. Tante sono le 10 km che, dal 2015, concludono idealmente il percorso organizzativo [...]
Perla e Coop Liguria insieme nel segno della qualità

Perla e Coop Liguria insieme nel segno della qualità

Prosegue con successo l'adesione di Perla all'iniziativa di Coop Liguria “Prodotti in Liguria.Il buo[...]
Deep Blue di Paolo Treni è il nuovo "gioiello" del Museo del Parco

Deep Blue di Paolo Treni è il nuovo "gioiello" del Museo del Parco

Il Museo del Parco di Portofino – Centro Internazionale di scultura all'aperto si arricchisce di una[...]
Piatti da riscoprire: i testaieu col pesto

Piatti da riscoprire: i testaieu col pesto

Sta arrivando l’autunno, con il suo fagotto di sapori che affondano le radici in epoche remote, le c[...]
Libri in Baia, ritorna la fiera editoriale del Tigullio

Libri in Baia, ritorna la fiera editoriale del Tigullio

Bibliofili e lettori accaniti, sabato 13 e domenica 14 ottobre non prendete appuntamenti! A Sestri L[...]

santa magazine

Categorie