Arte,  Eventi

Il pittore naif che trasforma la Liguria nella quinta di una fiaba

portof
Come deve apparire Portofino agli occhi di un primitivo del XXI secolo? La domanda appare un po’ surreale e un po’ velleitaria, forse destinata a non avere risposta. Invece la risposta c’è, perché il “primitivo” in questione è nato a Genova, è un pittore auto-didatta di scuola naif o, se preferite, neo-primitiva. Dal 19 novembre al 2 dicembre una personale allestita presso la Galleria “Il Crocicchio” di Campomorone ne metterà in luce lo straordinario talento.




Lui si chiama Marino di Fazio, ha 67 anni, e dagli anni ’70 si è affermato in ambito ligure e nazionale come punto di riferimento per gli amatori del genere naif e di tutti coloro che prediligono un’arte incentrata sulla vita quotidiana. Una vita, tuttavia, trasfigurata in una visione poetica, talvolta magica, della realtà.

Portofino, si diceva, ma anche Sestri Levante e Camogli – per quanto concerne il Tigullio-Paradiso – sono stati soggetti di questa trasformazione fiabesca di volti e paesaggi. E lo sono stati al pari di molti altri luoghi d’entroterra e di montagna. Luoghi semplici, familiari, “radicali” nel senso etimologico del termine, colti all’imbrunire o nelle fredde serate d’inverno, quando la neve, come suggerisce lo stesso Di Fazio sul suo sito web, “toglie un po’ di male dal Mondo” e una luce, spesso di un focolare ma anche di un cinema, restituisce un avvolgente senso di intimità domestica che si situa al confine con la percezione fisica e apre all’arte come terapia dell’anima.

Dove e quando poter ammirare le opere di Di Fazio? Dal 19 novembre al 2 dicembre, come abbiamo ricordato in apertura, una mostra personale racconterà un nuovo capitolo della vita artistica di questo pittore in circa 40 opere. Le più recenti. L’appuntamento è alla galleria d’arte “Il Crocicchio” di Campomorone in Via Martiri della Libertà 63.


Ingresso singolo Museo del Mare e Nazario Sauro a 11,90 € anziché 17 € (sconto del 29%)

Continua la lettura