C’è un piccolo segreto, uno dei tanti, che fa di una pasta al pesto una pasta al pesto memorabile: lasciare raffreddare il vassoio prima di servirla, in modo che decrescendo il calore il piatto recuperi il proprio aroma. Sì perché la pasta al pesto è di per sé un piatto tiepido, che all’occorrenza può diventare addirittura freddo. E quale occorrenza migliore della calura estiva?

Ma il bello della pasta fredda o, per meglio dire, dell’insalata di pasta, non finisce qui. Perché usando il pesto genovese come base, si possono creare degli accostamenti davvero vibranti e originali. Il primo ingrediente a cui il pesto si può abbinare è un altro caposaldo della tradizione ligure: l’oliva taggiasca, che a voler forzare l’ortodossia potrebbe essere un ottimo accompagnamento anche alle classiche trenete al pesto con patate e fagiolini. Seguono i pomodorini ciliegini, anche gratinati al forno. I pinoli, che già fanno parte della salsa ma che possono essere anche sparpagliati per il nostro piatto, meglio se leggermente tostati. Le mandorle, tritate grossolanamente. La rucola, che può far da “letto”. La mozzarella tagliata a cubetti, o in alternativa l’emmenthal, o ancora il tofu, magari nella variante al basilico.

Persino i cipollotti sottolio possono essere un’ottima idea, ma queste sono solo tracce di una composizione che lascia ampio spazio ai gusti personali.

Ricordiamo che nell’insalata di pasta è buona regola scolare la pasta al dente, sciacquarla in acqua fredda perché la cottura si interrompa completamente, e mantenerla viscosa con un filo di olio di oliva.

Per chi non ama la pasta o vuole sperimentare gusti diversi, vi consigliamo di provare il farro, con cui il pesto si sposa egregiamente. La preparazione si allunga di qualche minuto, ma ne sarà valsa la pena.

Leggi anche:

A Chiavari il primo corso in Football Data Analyst

A Chiavari il primo corso in Football Data Analyst

Fra le nuove professioni che si affacciano nel mondo dello sport una in particolare sembra essere de[...]
Serata per la ricerca, al via le prenotazioni

Serata per la ricerca, al via le prenotazioni

Sono state ufficialmente aperte le prenotazioni per la Serata per la Ricerca, l’oramai tradizionale [...]
Portofino chiama a raccolta i suoi "amici" per tingersi di bianco

Portofino chiama a raccolta i suoi "amici" per tingersi di bianco

Portofino è un'emozione a cielo aperto e il teatro naturale per generare emozioni, anche attraverso [...]
"Il Guscio" di Paraggi, un grande revival per la mitica "Argentina"

"Il Guscio" di Paraggi, un grande revival per la mitica "Argentina"

Fra gli habituè di "Santa" c'è ancora chi ricorda come fra gli anni '60 e '70  per mangiare al Risto[...]
Mezza Maratona, è tutto pronto

Mezza Maratona, è tutto pronto

L'anno scorso è stata un'edizione tutta italiana, con l'affermazione di Carlo Pogliani nella Mezza M[...]
Al Festival della Parola anche visite guidate e show cooking. Ecco dove e quando

Al Festival della Parola anche visite guidate e show cooking. Ecco dove e quando

Circa 40 eventi lungo il fil rouge del "Dialogo", a cui aggiungere le iniziative del "Fuorifestival"[...]
Contro il cancro Portofino si veste di Rosa

Contro il cancro Portofino si veste di Rosa

Per Portofino l'11 Maggio sarà una giornata speciale.  Lo specchio acqueo del borgo si colorerà infa[...]
Mezza di Chiavari, il 22 giugno la V° edizione

Mezza di Chiavari, il 22 giugno la V° edizione

Ormai è un vero e proprio marchio che alle orecchie degli appassionati suona come garanzia di buona [...]
2019, svelati i primi nomi!

2019, svelati i primi nomi!

Moni Ovadia, Dario Vergassola e Federico Rampini, protagonisti di due spettacoli teatrali in prima n[...]

santa magazine

Categorie