admin

Il 20 giugno per Chiavari e per tutti gli appassionati di running è una data da marcare in agenda, e non solo perché l’estate sarà ufficialmente a un passo, ma anche perché a salutarla sarà la sesta edizione della Mezza Maratona serale.

La macchina organizzativa si è messa ufficialmente in moto, confermando tutte le quattro opzioni di partecipazione: la Mezza vera e propria, la “Quasi 8 km”, la staffetta 7×3 e l’amatissima Family Run. Un mix di proposte per continuare a crescere.

“Senza peccare di presunzione – affermano le ragazze di ASD Chiavari Tigullio Outdoor – siamo convinti che il traguardo dei 1500 partecipanti sia ormai alla portata di un evento che ha saputo consolidarsi tanto sul nostro territorio quanto fra i runner italiani”. Anche sul piano commerciale e mediatico l’obiettivo è registrare un crescente numero di sponsorizzazioni e partnership.

“Che per Chiavari la “Mezza” sia ormai un appuntamento riconosciuto a livello extra-regionale lo dimostrano le prenotazioni registrate nel 2019 dalle strutture ricettive del Tigullio centrale che, come ci ha confermato il vice-presidente degli albergatori, Bernardo Pessagno, hanno avuto un significativo numero di pernottamenti grazie alla manifestazione, ossia agli atleti e ai loro accompagnatori”.

A breve saranno aperte le iscrizioni, sia in modalità on line che presso i punti convenzionati.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora ti suggeriamo: 

 

Questo è un invito speciale. E lo è ancora di più perché nel 2018, a causa dei noti eventi meteo-marini, la tradizionale cena natalizia dell’associazione Amici di Portofino Onlus non ha potuto avere luogo. Quest’anno la tradizione sarà riproposta con gioia e colorata di… Rosso, quindi incastonata in una splendida location gastronomica di Portofino, il ristorante Strainer.

Quella che non cambia è la finalità: il “Christmas in Red” a Portofino consentirà infatti di raccogliere fondi da destinare come sempre all’Istituto Giannina Gaslini di Genova. Ottima musica e una lotteria a sorpresa, oltre agli straordinari piatti di uno dei ristoranti più famosi della nostra regione, renderanno la serata un ricordo speciale da portare sempre con sé.

Ma c’è un ma. Come sempre, per rendere possibile tutto questo, l’associazione chiede l’aiuto di soci e simpatizzanti.

Perché l’evento venga confermato è necessario raggiungere 90 partecipanti entro l’8 dicembre.
Prenotarsi è semplice, basta contattare l’associazione al numero 389 21 17 159 ed effettuare un versamento di 60 € per i soci e di 70 € per i non soci (prezzo per persona) sul c/c IT33W0333232100000002810080 ( Banca Passadore – Portofino CODICE SWIFT/BIC: PASBITGG).

Per ogni bonifico non dimenticatevi di indicare Nome – Cognome – e/o Ragione Sociale – Indirizzo e causale del versamento (cena di beneficenza).

Da anni Sestri Levante è una delle cittadine più vive e dinamiche del Levante. A conferma di questo trend, da venerdì 22 a domenica 24 novembre l’Ex-Convento dell’Annunziata ospiterà il primo Hackaton organizzato da Silicon Valley Study Tour (SVST), progetto organizzato dall’Associazione “La storia nel futuro”.

Innanzitutto, che cos’è un Hackaton? A chi non avesse mai sentito questo termine viene in aiuto Wikipedia: “Un hackathon (anche conosciuto come hack day o hackfest) è un evento al quale partecipano, a vario titolo, esperti di diversi settori dell’informatica: sviluppatori di software, programmatori e grafici”. Un evento, una festa, una sfida, un ritrovo di qualche giorno durante il quale giovani con competenze diverse collaborano in maniera intenstiva per… Sviluppare nuove idee.

Sì, l’Hackaton è all’incirca un braim storming, una fabbrica di idee. La peculiarità dell’Hackathon di Sestri Levante è che le idee sulle quali i partecipanti si sfideranno potranno essere proposte da tutti i residenti in Liguria, i quali avranno la possibilità durante questo weekend di lavoro, di collaborare con gli alunni della SVST. L’obiettivo della manifestazione sarà selezionare i campioni che potranno partecipare al Silicon Valley Tour 2020, il viaggio durante il quale i vincitori potranno trovare spunti interessanti per generare impresa in Liguria, visitare la culla mondiale della tecnologia e conoscere chi grazie a questo Tour ha costruito la sua azienda.

Come spiega la sindaca di Sestri, Valentina Ghio, “il primo seme è stato l’insediamento del Polo Tecnologico tra l’ex convento dell’Annunziata e palazzo Negrotto Cambiaso, una  scelta che ci ha consentito di insediare sei aziende tecnologiche che hanno portato un valore aggiunto alla città,basti pensare a SedApta Academy Industry 4.0“.

Tutti coloro che sono interessati a partecipare possono andare sul sito della SVST in Liguria (www.svst-liguria.it) e scrivere la loro idea/proposta sfruttando così un’occasione unica da non perdere, per sviluppare la propria idea di impresa e per vivere un’esperienza indimenticabile. Per informazioni oltre al sito è possibile scrivere una email a info@siliconvalleystudytour.com

Ti è piaciuto questo articolo? Allora non perderti

Fra le nuove professioni che si affacciano nel mondo dello sport una in particolare sembra essere destinata a essere molto ambita dai club: il Data Analyst. L’analista dei big data è colui che sa tradurre tutti i dati degli incontri, messi a disposizione da wearable, sensori e sistemi di tracking, in smart data, ossia in dati intelligenti capaci di orientare ricerca dei talenti, prevenzione degli infortuni, ricerca di pattern ricorrenti all’interno delle azioni di gioco avversarie e fan engagement.

La notizia è che Wylab, il primo incubatore sport-tech italiano attivo dal 2016 a Chiavari, in collaborazione con Top-IX (Torino Piemonte Internet eXchange), hanno lanciato il primo corso di formazione per Football Data Analyst: obiettivo, fornire ai club di calcio professionistici italiani, giornalisti e agenti sportivi gli strumenti e le nozioni indispensabili per gestire efficacemente l’enorme quantità di dati generati dalla rivoluzione digitale.

Il corso, che usufruirà dei dati forniti dalla “football platform” Wyscout, sarà strutturato in 7 giornate, in programma a Chiavari, in due settimane non consecutive nei mesi di ottobre e novembre, e sarà preceduto il 6 settembre dall’evento “Football Data Analysis – La nuova frontiera della match analysis e dello scouting” che si terrà nella sede di Wylab, a Chiavari in Via Gagliardo 7.

Le date e il programma del corso per Football Data Analyst saranno comunicati nei prossimi giorni e ci si potrà iscrivere al link: https://www.wylab.net/corsi/football-data-analysis/.

“Senza alcuna pretesa che i dati possano sostituire l’esperienza e la capacità di chi opera sul campo da anni – afferma Federico Smanio, Ceo di Wylab – tuttavia è evidente che il mondo del calcio è profondamente cambiato negli ultimi 10 anni e ritengo fondamentale per i nostri club riconoscere l’impatto che una sapiente capacità di lettura dei dati può apportare al lavoro di analisi delle partite, alla preparazione della tattica e all’individuazione dei talenti. Questo percorso di formazione altamente innovativo è stato disegnato assieme a Top-IX e con player di alto livello nel panorama dell’analisi dei big data nel calcio, proprio per aiutare i club italiani a colmare il gap con le organizzazioni che da tempo studiano, utilizzano e valorizzano i dati nel lavoro di match analysis e scouting. Siamo quindi particolarmente orgogliosi di raggiungere un nuovo traguardo nella nostra missione di portare l’innovazione nello sport”.

Sono state ufficialmente aperte le prenotazioni per la Serata per la Ricerca, l’oramai tradizionale evento organizzato dall’associazione benefica Amici di Portofino ONLUS a beneficio di AIRC e Fondazione IEO.

La data da salvare sul calendario è il 14 settembre, con inizio alle ore 20.00. A fare gli onori di casa, quest’anno, sarà la famiglia Costa Ardissone che ha offerto la magnifica Villa Beatrice di Portofino, mentre il catering è stato affidato al ristorante Manuelina di Recco.

Per favorire gli spostamenti, l’associazione mette a disposizione degli ospiti un servizio navetta con partenza dal Parcheggio del Miramare.

Durante la serata – sempre molto apprezzata da personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e dell’imprenditoria – sarà consegnato il Premio “Il Delfino per un domani”.

Per partecipare è necessario effettuare un versamento di 150 euro per persona (120 per i soci) entro l’8 settembre, previa telefonata di conferma al 389 21 17 159, sul c/c dell’Associazione:

IT33 W03332 32100 000002810080 – SWIFT code PASBITGG

santa magazine

Categorie