APR LavagnaResistere a questa crisi ha in sé qualcosa di eroico. Soprattutto per un’azienda tessile. Se poi questa stessa azienda appartiene al mondo della nautica, poter scrivere che gli ultimi 3 sono stati anni di crescita ha addirittura del miracoloso. Eppure è quello che è successo.

Siamo a Lavagna, tra le banchine del Porto Turistico. Qui ha sede APR, un’impresa di 7 dipendenti che nel 2013 ha soffiato sulle venti candeline. A raccontare questa storia rivierasca è Daniela Porceddu, responsabile dello show room. “APR nasce nel 1993 su iniziativa della famiglia Persoglio – dice – L’intuizione vincente, la prima, fu scommettere sulla produzione di copriparabordi, una moda francese che stava prendendo piede anche in Italia”.

Copriparabordi. Poi, via via, tappetini, coordinati bagno e set di lenzuola per yachts, distribuiti ancora oggi in oltre 60 punti vendita. Il primo salto decisivo avviene 10 anni fa, quando APR punta sulla personalizzazione dei prodotti. Una scelta che anticipa una tendenza ora dilagante nell’abbigliamento, negli accessori per smartphone e nel marketing aziendale (come sanno bene Coca Cola e Nutella): superare il design standard con uno non solo scelto ma addirittura creato dal cliente. Loghi, font, colori: nessun limite viene posto alla creatività e alle possibili combinazioni tra tessuti e fantasie.

Ma c’è anche un secondo aspetto che rende APR un’azienda bella da raccontare: la scelta di non rinunciare al proprio laboratorio ma, anzi, di dotarlo delle più avanzate tecnologie sartoriali. In APR non solo si disegna, ma si taglia, si cuce e si ricama. Si produce in tempi certi e si controlla la qualità del prodotto. Si fa, ancora, Made in Italy.

Così, lungo questa direttrice, arriva la seconda svolta. 4 anni fa. Una svolta voluta da Elena Persoglio, imprenditrice di seconda generazione, oggi amministratore delegato della società. Con Elena APR approda all’ home design, affiancando alle proposte pret-a-porter e di alta moda per la nautica una linea dedicata alla casa: che si tratti di lenzuola, coperte, cuscini, set da bagno, tendaggi o tovaglie, la missione di APR diventa offrire un’alternativa ad elevato valore artigianale agli ipermercati dell’arredo. Un’alternativa italiana.

“C’è una lezione che abbiamo tratto dal mondo della nautica – spiega Daniela – l’impossibile deve diventare possibile”. Filosofia che spiega perché APR è oggi in grado di realizzare letti di bordo per circa 200 (duecento!) modelli di barche, a vela e a motore. Un patrimonio che si sarebbe forse perso nella crisi del diportismo senza la combinazione di due fattori: il rispetto dell’unicità del cliente e l’idea di applicare lo “spirito indomito”, i materiali e il design della nautica all’arredo di casa.

Con la linea “Home”, nel 2010, APR si regala prima lo show room di Lavagna, poi, nel 2013, quello di Santa Margherita Ligure. Colore, eleganza e cortesia fanno di questi negozi luoghi ideali per regalarsi completi su misura per la casa o per studiare originali liste nozze. Ma anche – perché no?- per personalizzare magliette, giacche o polo, dando forma alla propria creatività e al designer che vive in ognuno di noi.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora non perderti…

Italian design
La sfida del cambiamento. Come uscire dalla crisi senza sacrificare nessuno
Découpage. Tecniche base e nuove tendenze

Si ringrazia per le foto Vera Cattoni Arte e Grafica

Sapori d'autunno: il risotto ai porcini essiccati

Sapori d'autunno: il risotto ai porcini essiccati

Fra le tecniche di conservazione, l'essiccazione è certamente quella più raffinata. Permette infatti[...]
Chiavari, in occasione della 10 km dimostrazione di Fitwalking

Chiavari, in occasione della 10 km dimostrazione di Fitwalking

Camminare è il modo più semplice, e alla portata di tutti, per mantenersi in forma e in salute: poch[...]
Chiavari, la città si prepara ad accogliere i runner

Chiavari, la città si prepara ad accogliere i runner

Prosegue la marcia di avvicinamento verso la 4° edizione della 10 km di Chiavari, l'evento organizza[...]
10 Km di Chiavari, al via la macchina organizzativa

10 Km di Chiavari, al via la macchina organizzativa

E fanno quattro. Tante sono le 10 km che, dal 2015, concludono idealmente il percorso organizzativo [...]
Perla e Coop Liguria insieme nel segno della qualità

Perla e Coop Liguria insieme nel segno della qualità

Prosegue con successo l'adesione di Perla all'iniziativa di Coop Liguria “Prodotti in Liguria.Il buo[...]
Deep Blue di Paolo Treni è il nuovo "gioiello" del Museo del Parco

Deep Blue di Paolo Treni è il nuovo "gioiello" del Museo del Parco

Il Museo del Parco di Portofino – Centro Internazionale di scultura all'aperto si arricchisce di una[...]
Piatti da riscoprire: i testaieu col pesto

Piatti da riscoprire: i testaieu col pesto

Sta arrivando l’autunno, con il suo fagotto di sapori che affondano le radici in epoche remote, le c[...]
Libri in Baia, ritorna la fiera editoriale del Tigullio

Libri in Baia, ritorna la fiera editoriale del Tigullio

Bibliofili e lettori accaniti, sabato 13 e domenica 14 ottobre non prendete appuntamenti! A Sestri L[...]
Santa Magazine, il numero 8 !

Santa Magazine, il numero 8 !

Gli eventi più belli, ma anche leggende, curiosità e consigli… Tanti consigli per mangiare in Rivier[...]

santa magazine

Categorie