pansotti in salsa di nociTorniamo ad occuparci di Tripadvisor, croce e delizia di tutti i ristoratori del mondo. Lo facciamo per suggerire una strategia tanto semplice quanto efficace per sfruttare a proprio vantaggio la fama del portale di recensioni on line e i contenuti che vengono generati sul proprio locale.

Ristoratori, ci rivolgiamo a voi. Ciò che vogliamo proporvi integra uno dei più recenti strumenti di web marketing con uno dei più antichi. Uno dei portali più celebri del web 2.0 e il caro vecchio, intramontabile, biglietto da visita.

Che c’azzeccano l’uno con l’altro, vi chiederete?

Moltissimo, se decidete di appuntarvi i commenti più significativi che vengono espressi sulla vostra attività, trasmetterli al vostro grafico, e mandare in stampa delle business card che ai tradizionali contatti uniscano i complimenti alla vostra cucina.

Solo i complimenti?

No. Philip Kotler, il più grande esperto mondiale di Marketing, consiglia di pubblicare sul retro dei biglietti il “posizionamento” dell’attività, cioè il modo in cui un prodotto trova collocazione nella mente del potenziale cliente. Tradotto: mettete in rilievo i piatti per i quali volete essere ricordati e ai quali volete essere associati, cercando di non essere troppo generici, ossia cercando di non indicare solo la tipologia di cucina – di carne o di pesce, tradizionale o meno – che contraddistingue il locale.

Scrivere qualcosa di accattivante…

…Sul retro di un biglietto da visita significa dare un motivo alle persone di leggerlo: questo significa che avrete creato non solo uno strumento di contatto, ma anche un prezioso veicolo pubblicitario. Quando verrà dato “brevi manu” ai clienti, al termine della cena, potrete suggerirgli di recensire il locale, se si sono trovati bene, e potrete aumentare facilmente le recensioni a vostro favore, scalando l’ambita classifica.

Di seguito un esempio di biglietto da visita integrato con TripAdv e realizzato dalla grafica Vera Cattoni  di Santa Margherita Ligure (Corso Matteotti 76 – Mail: veracattoni@hotmail.it – cell. 346.30.12.940) per il Ristorante la Campagnola di Chiavari.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora non perderti:

Olio extra-vergine, un 2017 ad alta qualità

Olio extra-vergine, un 2017 ad alta qualità

Fragrante e fruttato, con un retrogusto di pinolo o di carciofo crudo. Ideale per insalate, bruschet[...]
10 km di Chiavari, via al countdown

10 km di Chiavari, via al countdown

Vi siete divertiti durante la Mezza Maratona di Chiavari di quest'estate? Se la risposta è sì, abbia[...]
Rapallo, grand tour di sapori in un solo menù

Rapallo, grand tour di sapori in un solo menù

Un grand tour gastronomico, un viaggio alla scoperta di alcune gemme della cucina italiana che muove[...]
Pesto, da "Santa" si alza una voce: “Toti convochi un tavolo di lavoro”.

Pesto, da "Santa" si alza una voce: “Toti convochi un tavolo di lavoro”.

“Vorrei ringraziare il nostro governatore, Giovanni Toti, per aver prontamente difeso il nostro pest[...]
Cinque Terre DOC, quando il vino è sinonimo di eroismo

Cinque Terre DOC, quando il vino è sinonimo di eroismo

E’ il fiore all’occhiello delle Cinque Terre, dove la millenaria cultura della vite è stato uno degl[...]
Pesto, con un testimonial così la popolarità spicca il volo

Pesto, con un testimonial così la popolarità spicca il volo

Quanto può valere una foto di un piatto di pasta al pesto su Instagram con una dichiarazione d'a[...]

santa magazine

Ricevi gli aggiornamenti via e-mail:




clum

verabanner