E sono tredici! A tante sono giunte le edizioni del Premio Bindi, uno dei più prestigiosi concorsi e festival dedicati alla canzone d’autore. Riservato a singoli o band che compongano le loro stesse canzoni, senza preclusioni verso proposte stilisticamente innovative, il Premio si svolge non a caso nell’Anfiteatro intitolato a Umberto Bindi, a testimonianza della volontà, da parte della città di Santa Margherita Ligure, di legare il proprio nome a quello dello splendido cantautore genovese.




Organizzato dall’Associazione Le Muse Novae, il “Bindi” può vantare, fra i suoi direttori artistici, nomi come Bruno Lauzi e Giorgio Calabrese. Oggi questa eredità viene raccolta dal savonese Zibba (nella foto in basso), prosecutore del filone della grande canzone d’autore ligure, vincitore egli stesso del Premio nel 2011 oltre che del Tenco nel 2012 e del “Lucio Dalla” alla 64° edizione del Festival di Sanremo nella sezione nuove proposte.

Zibba Premio Bindi

La tredicesima edizione si terrà dal 7 al 9 luglio: il via sarà dato dalla “vetrina del disco”, ossia dalla segnalazione di alcuni dischi da non perdere; sabato 8 luglio, a partire dalle 21.30, la finale con gli 8 artisti selezionati fra quelli che si sono candidati entro il 10 giugno, presentati da Enzo Paci. I nomi? Eccoli: Buva, Roberta Giallo, Antonio Langone, Marsiglia, Mizio, Molla, Andrea Tarquini e Luca Tudisca. Ospite, per la gioia dei più giovani, il rapper Izi, che dopo aver conseguito un disco di platino riceverà il Premio Bindi New Generation. Domenica 9 luglio la chiusura, con il Premio Bindi Special project, una serata interamente dedicata al cantautore Ivan Graziani nel ventennale della sua scomparsa con il ricordo musicale di Filippo Graziani, figlio di Ivan, Vittorio De Scalzi e il cantautore Mario Venuti, introdotti da Enrico Deregibus.




L’anno scorso il vincitore fu Mirkoeilcane con il brano “Profili (a)sociali”. Nel 2012, ad aggiudicarsi il Premio fu il cabarettista Fabrizio Casalino (nella foto qui sotto), che col brano “L’uomo proiettile” dimostrò una straordinaria versatilità artistica.

Fabrizio Casalino Premio Bindi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora prosegui la lettura:

Olio extra-vergine, un 2017 ad alta qualità

Olio extra-vergine, un 2017 ad alta qualità

Fragrante e fruttato, con un retrogusto di pinolo o di carciofo crudo. Ideale per insalate, bruschet[...]
10 km di Chiavari, via al countdown

10 km di Chiavari, via al countdown

Vi siete divertiti durante la Mezza Maratona di Chiavari di quest'estate? Se la risposta è sì, abbia[...]
Rapallo, grand tour di sapori in un solo menù

Rapallo, grand tour di sapori in un solo menù

Un grand tour gastronomico, un viaggio alla scoperta di alcune gemme della cucina italiana che muove[...]
Pesto, da "Santa" si alza una voce: “Toti convochi un tavolo di lavoro”.

Pesto, da "Santa" si alza una voce: “Toti convochi un tavolo di lavoro”.

“Vorrei ringraziare il nostro governatore, Giovanni Toti, per aver prontamente difeso il nostro pest[...]
Cinque Terre DOC, quando il vino è sinonimo di eroismo

Cinque Terre DOC, quando il vino è sinonimo di eroismo

E’ il fiore all’occhiello delle Cinque Terre, dove la millenaria cultura della vite è stato uno degl[...]
Pesto, con un testimonial così la popolarità spicca il volo

Pesto, con un testimonial così la popolarità spicca il volo

Quanto può valere una foto di un piatto di pasta al pesto su Instagram con una dichiarazione d'a[...]

santa magazine

Ricevi gli aggiornamenti via e-mail:




clum

verabanner