“Vorrei ringraziare il nostro governatore, Giovanni Toti, per aver prontamente difeso il nostro pesto dagli attacchi del The Guardian”. Laura Benazzi, export manager di Perla srl, storica azienda agro-alimentare di Santa Margherita Ligure, e vice-presidente del Consorzio del Pesto Genovese, interviene sulla querelle che sta opponendo la Liguria all’Inghilterra, cui pure – dal vessillo di San Giorgio al football – ci legano molti fili. Gli inglesi, però, questa volta l’hanno fatta grossa. Hanno toccato il cuore stesso del genovesato, e anche se la fama e il credito di cui gode il pesto sono al di sopra di qualsivoglia polemica, l’occasione è propizia per mettere alcuni puntini sulle “i” ed evitare, in futuro, certi equivoci.




“Chi aderisce al consorzio del pesto usa solo materie prime di alta qualità – spiega Laura Benazzi (nella foto sotto) – Noi cerchiamo in tutti i modi di elevarci a uno standard superiore a quello delle industrie italiane che operano fuori regione e che offrono un prodotto tanto economico quanto scadente”.

Come distinguere un pesto alla genovese da una banale salsa verde? “Il nocciolo è la pastorizzazione. Il pesto non va assolutamente pastorizzato perché cambia colore, aroma e sapore”.




“Come aderente al Consorzio del Pesto – conclude Benazzi – chiedo un incontro con il governatore per dare il la a un tavolo di lavoro aperto a tutti i produttori liguri. Urge parlare concretamente di una nuova strategia di tutela. Dobbiamo giungere a una certificazione reale, come quella ottenuta da altri prodotti tipici italiani. Ogni giorno, in Italia, spuntano nuovi produttori con disponibilità economiche enormi. Il loro scopo è solo quello di speculare sul pesto, preferendo investire in pubblicità anziché in qualità, esportando un prodotto imbarazzante e creando danni d’immagine enormi a noi e alla nostra Regione”.

Fonte: www.perlasrl.it

Ti è piaciuto questo articolo? Allora non perderti:

 

DOP e IGP fanno numeri da capogiro, ma il pesto rimane al palo

DOP e IGP fanno numeri da capogiro, ma il pesto rimane al palo

E’ uscito nei giorni scorsi il quindicesimo rapporto Ismea-Qualivita sulle produzioni agro-alimentar[...]
E' qui la festa: il Tigullio che brinda al 2018

E' qui la festa: il Tigullio che brinda al 2018

La notizia è che, dopo 17 anni, ritorna il capodanno nella “piazzetta” più famosa d'Italia: a Portof[...]
Santa Magazine, ecco il numero 6

Santa Magazine, ecco il numero 6

56 pagine in carta patinata dove si parla di Santa Margherita Ligure e della Riviera, in italiano e [...]
I "risseu" del Tigullio visti dal cielo

I "risseu" del Tigullio visti dal cielo

La tesi più accreditata li vuole ispirati dai mosaici greco-romani che i mercanti genovesi ammiravan[...]
Olio extra-vergine, un 2017 ad alta qualità

Olio extra-vergine, un 2017 ad alta qualità

Fragrante e fruttato, con un retrogusto di pinolo o di carciofo crudo. Ideale per insalate, bruschet[...]
10 km di Chiavari, via al countdown

10 km di Chiavari, via al countdown

Vi siete divertiti durante la Mezza Maratona di Chiavari di quest'estate? Se la risposta è sì, abbia[...]

santa magazine

Categorie

Ricevi gli aggiornamenti via e-mail:



 

clum

verabanner