La bottiglia in vetro celebrativa dei 60 anni della Latte Tigullio

La bottiglia in vetro celebrativa dei 60 anni della Latte Tigullio

Questo articoletto per i suoi  primi e ben portati 60 anni, la Latte Tigullio se lo merita tutto. Se lo merita perché in tutti questi decenni ha accompagnato con discrezione e garbo la vita di tre generazioni. Se lo merita per la qualità dei suoi prodotti e l’attenzione alla tipicità e alla cultura locale (pensiamo alla quagliata genovese e al pesto con la quagliata, delicata variante del pesto genovese tipica del nostro entroterra). Se lo merita perché non si contrano più le manifestazioni sul territorio che hanno visto la sua partecipazione in qualità di partner o di sponsor. Se lo merita per aver sempre creduto in una strategia di marketing diversa da quella di molti colossi del settore lattiero-caseario. Una strategia non aggressiva né manipolatoria, ma interessata a costruire “relazioni” quando ancora l’era dei social network (e dei mercati come conversazioni) era distante.

Un pò, di storia, innanzitutto: il percorso della Latte Tigullio inizia nel 1954 a Santa Maria del Campo, dove ancora oggi l’azienda risiede, per iniziativa della famiglia Machiavello, che inaugura un nuovo servizio di distribuzione del latte a cui ben presto si aggiunge un impianto di pastorizzazione e imbottigliamento.

Nel settembre del 1990, un nuovo gruppo imprenditoriale, coordinato dalla famiglia Luzzati, acquisisce il controllo della società. Dopo l’integrazione azionaria con la Centrale del Latte di Torino & C. S.p.A., avviata nel 1991 e completata nel 2013 con l’incorporazione del Centro Latte Rapallo spa, il marchio entra a far parte di un importante polo interregionale del fresco in Italia. Oggi Centro Latte Rapallo-Latte Tigullio, in veste di unità operativa, annovera oltre 100 referenze di prodotto e utilizza 42 automezzi per rifornire oltre 2.000 punti vendita, con un fatturato annuo di oltre 23 milioni di Euro.

Per celebrare il 60° anniversario della sua fondazione a Rapallo, l’azienda ha dedicato ai clienti un’edizione limitata di latte fresco Tigullio nella tradizionale bottiglia in vetro che ha ricevuto nel 1998 l’Oscar dell’Imballaggio, il concorso organizzato dall’Istituto Italiano Imballaggio in collaborazione con la Scuola del Design del Politecnico di Milano per le migliori confezioni.

Un caso o una scelta estemporanea? Niente affatto. L’attenzione di Latte Tigullio per la cultura, e in particolare per l’arte e il design, è un altro dei meriti che l’azienda di Santa Maria può rivendicare con orgoglio: fra le sponsorizzazioni artistiche si segnalano infatti la storica collaborazione con il Museo Luzzati a Porta Siberia e le ricorrenti partnership con Fondazione Palazzo Ducale.

Ma quanto il legame tra Latte Tigullio e la cultura sia viscerale, lo dimostra il lungo elenco di pittori e illustratori a cui, sin dagli esordi, l’azienda ha affidato la propria immagine.

“Sono loro, artisti per la maggior parte liguri di nascita o di adozione – recita il sito web lattetigullio.it – a dotarla di un tratto poetico, fiabesco, giocoso. Sono loro, Emanuele Luzzati, Flavio Costantini, Dario Bernazzoli, per citarne tre, a trasmettere attraverso i poster, le locandine, i calendari, quei valori fondamentali di qualità, di freschezza, di servizio alla comunità con un’immediatezza, un’incisività, una forza di coinvolgimento davvero sorprendenti”.

Una comunicazione decisamente, e da sempre, in controtendenza, fondata sul gusto, sulla poesia, sul profondo legame con il territorio e sull’impegno civico. Chapeaux.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora ti consigliamo:

Olio extra-vergine, un 2017 ad alta qualità

Olio extra-vergine, un 2017 ad alta qualità

Fragrante e fruttato, con un retrogusto di pinolo o di carciofo crudo. Ideale per insalate, bruschet[...]
10 km di Chiavari, via al countdown

10 km di Chiavari, via al countdown

Vi siete divertiti durante la Mezza Maratona di Chiavari di quest'estate? Se la risposta è sì, abbia[...]
Rapallo, grand tour di sapori in un solo menù

Rapallo, grand tour di sapori in un solo menù

Un grand tour gastronomico, un viaggio alla scoperta di alcune gemme della cucina italiana che muove[...]
Pesto, da "Santa" si alza una voce: “Toti convochi un tavolo di lavoro”.

Pesto, da "Santa" si alza una voce: “Toti convochi un tavolo di lavoro”.

“Vorrei ringraziare il nostro governatore, Giovanni Toti, per aver prontamente difeso il nostro pest[...]
Cinque Terre DOC, quando il vino è sinonimo di eroismo

Cinque Terre DOC, quando il vino è sinonimo di eroismo

E’ il fiore all’occhiello delle Cinque Terre, dove la millenaria cultura della vite è stato uno degl[...]
Pesto, con un testimonial così la popolarità spicca il volo

Pesto, con un testimonial così la popolarità spicca il volo

Quanto può valere una foto di un piatto di pasta al pesto su Instagram con una dichiarazione d'a[...]

santa magazine

Ricevi gli aggiornamenti via e-mail:




clum

verabanner