la congiura dei potentiWorms, a.d. 1521. Costretto dall’imperatore ad abiurare le sue tesi, Lutero si rifiuta, trovando rifugio presso l’uomo più potente d’ Europa, il banchiere Jacob Fugger, il «re di danari». Che ha molte ragioni per far sì che Lutero sopravviva e, soprattutto, che esegua la sua volontà. Ma a casa Fugger arriva anche un uomo dal passato tormentato e con un incarico segreto. Il suo nome è Paolo de Mola.

Giù i veli. Esce in tutte le librerie il nuovo romanzo di Carlo A. Martigli, “La Congiura dei Potenti” edito da Longanesi. Lo scrittore toscano, naturalizzato “rapallino”, lo ha presentato ieri al Circolo Golf e Tennis del comune rivierasco.

“La congiura dei Potenti” conferma Carlo A. Martigli uno dei romanzieri storici più prolifici e uno dei più convinti fautori del detto “Historia Magistra Vitae”. Perché la Storia, per lui, si ripete continuamente. Perché il presente reca sempre in sé tracce di un passato più o meno remoto. Perché, se le ingiustizie di ieri sono le stesse di oggi, un romanzo storico può essere anche un testo di denuncia. Più emozionante, però, di un saggio. E quindi più efficace.

“Con Jacob Fugger – dice Martigli – nacque l’idea, decisamente attuale, che l’economia reale dovesse essere Carlo A. Martigliposta al servizio della finanza”.  L’idea, insomma, che il denaro servisse per fare altro denaro, con cui comprare fette di Potere e – perché no ? – fette di coscienza. Un tanto all’etto.

“Non tutti sanno che durante la dieta di Worms – rivela Martigli indossando i panni del sabotatore di luoghi comuni –  Lutero, quel Martin Lutero integerrimo fustigatore dei costumi romani, disse: la ragione ci dice che 2+5 fa 7, ma se l’autorità dice che fa 8, così sia”.

La Congiura dei Potenti mette in scena momento in cui la Chiesa da un lato e Lutero dall’altro devono scegliere tra il Potere e il Popolo. Entrambi sceglieranno il Potere.

Martigli, però, non lascia mai senza speranza il lettore. Perchè una speranza, per lui, scrittore per vocazione, esiste ancora: i libri, i buoni libri, sono ciò che può rendere il Popolo libero dal Potere. Solo Leggere può renderci davvero liberi.

E allora, buona lettura.

Ti è piaciuto l’articolo? Acquista o scarica ora La congiura dei potenti

10 km di Chiavari, via al countdown

10 km di Chiavari, via al countdown

Vi siete divertiti durante la Mezza Maratona di Chiavari di quest'estate? Se la risposta è sì, abbia[...]
Rapallo, grand tour di sapori in un solo menù

Rapallo, grand tour di sapori in un solo menù

Un grand tour gastronomico, un viaggio alla scoperta di alcune gemme della cucina italiana che muove[...]
Pesto, da "Santa" si alza una voce: “Toti convochi un tavolo di lavoro”.

Pesto, da "Santa" si alza una voce: “Toti convochi un tavolo di lavoro”.

“Vorrei ringraziare il nostro governatore, Giovanni Toti, per aver prontamente difeso il nostro pest[...]
Cinque Terre DOC, quando il vino è sinonimo di eroismo

Cinque Terre DOC, quando il vino è sinonimo di eroismo

E’ il fiore all’occhiello delle Cinque Terre, dove la millenaria cultura della vite è stato uno degl[...]
Pesto, con un testimonial così la popolarità spicca il volo

Pesto, con un testimonial così la popolarità spicca il volo

Quanto può valere una foto di un piatto di pasta al pesto su Instagram con una dichiarazione d'a[...]
Così non li avete mai visti: i fuochi di Recco ammirati dal mare

Così non li avete mai visti: i fuochi di Recco ammirati dal mare

Ci siamo! E’ scattato il countdown che ci porterà, in tempo zero, al 7 e 8 settembre, quando Recco o[...]

santa magazine

Ricevi gli aggiornamenti via e-mail:




clum

verabanner